VANOLI CREMONA – UMANA REYER VENEZIA 66-83

Parziali: 14-23, 37-45, 50-60

Tempo di lettura: 2 Minuti
922
VANOLI BOLOGNA


VANOLI CREMONA: TJ Williams 19,  J Williams 7,  Poeta 5,  Mian,  Lee  6,  Cournooh  4, Palmi 10, Hommes 15.  Donda e Trunic ne. All. Galbiati
UMANA REYER VENEZIA: Stone 5,  Bramos 6,  Tonut 14, Daye 12, De Nicolao 4,  Chappell 15, Mazzola 2,  D’Ercole ne,  Cerella,  Fotu 11, Watt 14, Casarin  All. De Raffaele
L’Umana Reyer Venezia ha imposto la propria forza alla Vanoli Cremona che, tra le mura amiche, ha ceduto il passo per 66-83. Era nota sin dall’inizio la superiorità degli   orogranata sui  cremonesi , ma,  al Palaradi, davanti ai propri supporters  coach Galbiati pretendeva dai suoi, una prestazione di carattere. A parte il risultato finale, ancora negativo, Poeta e compagni hanno mostrato una reazione alla prestazione scialba di Trieste.  Certo laepercentuali di realizzazione sono state basse (21-42 da 2 e 4 su 21 da 3 punti), ma almeno la squadra non è crollata vistosamente come nella prima gara di campionato. Per Venezia 34 i punti avuti “dalla panchina” contro i 17 della Vanoli e la chiave del match sta proprio qui.  Sin dall’inizio,  gli ospiti approfittando delle difficoltà di andare al tiro da parte dei cremonesi,  guadagnano 7 punti di distacco. La Reyer, senza brillare, all’8’ è avanti 18-8. Palmi infila una tripla ma viene immediatamente “replicato” dai veneziani : 14-23 al 10’. Inizio positivo della seconda frazione per la Vanoli che rimonta a meno quattro costringendo coach De Raffaele ad un primo time-out. L’Umana non si disunisce nemmeno dopo una “doppietta” di Hommes 28-34. Lee,  parecchio fuori dagli schemi,  commette il terzo fallo. Tardivi recuperi  difensivi dei biancoazzurri favoriscono l’allungo dei lagunari sul 31-41 e 37 45 all’intervallo con 1 su 8 da 3 per Cremona e 6 su 11 per Venezia.  TJ Williams sembra risvegliare la sua squadra  portandola sul 41-47 ma non basta. 44-52 al 25’. Cournooh si infortuna a rimbalzo ed esce dal parquet. 4 falli per Lee.  Al 30’ 50-60. Quattro punti di fila danno coraggio e speranza ai locali ma , dopo un fallo “tecnico” a Poeta, l’Umana Reyer  ristabilisce le distanze 57-67 al 35’. La vanoli Cremona con TJ Williams ha ancora qualche sussulto ma ad un minuto dal termine una tripla d’autore di Chappell sul 64-80 chiude il discorso. Domenica la Vanoli Cremona sarà di scena all’Unipol Arena contro la Virtus Segafredo Bologna.
Marco Ravara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 34 = 37