Tirreno Adriatico: oggi il giorno buono per l’attacco di Nibali?

Le caratteristiche del percorso potrebbero permettere un attacco di Vincenzo Nibali

65
Nibali durante il Giro di Lombardia

La Tirreno Adriatico entra nel vivo delle sue emozioni inseme alla stagione di Vincenzo Nibali. Mentre il grande pubblico si divide tra questa appassionante corsa di una settimana e il Tour in corso in Francia. La tappa odierna si preannuncia molto interessante, finalmente arrivano le vere salite di questa edizione numero 55 della Corsa dei Due Mari. Il tragitto di oggi va da Terni a Cascia, con l’arrivo fissato ad un’altitudine di 1521 metri.

L’arrivo è previsto per le ore 16, mentre la tappa sarà trasmessa in diretta su Rai 2. Dopo una prima parte quasi interamente pianeggiante, i corridori dovranno affrontare le asperità dei Monti Sibillini. La salita di Forca di Gualdo farà un’interessante selezione, visti i suoi 10,4 km al 7,4% di media. Subito dopo ci sarà anche l’interessante scalata della strada che porta al rifugio Perugia, successivamente la discesa che porta alla periferia di Norica e infine l’ultima salita di Ospedaletto con 7 km al 6,2%.

Cosa possiamo attenderci?

Il canadese Michael Woods proverà a difendere il suo primato in classifica ma per lui oggi sarà molto difficile chiudere questa tappa ancora in testa alla classifica. Sicuramente ci saranno degli attacchi dei big, con principali indiziati Majka e Geraint Thomas. Il nostro atteso di giornata è però lo Squalo Vincenzo Nibali. Nei giorni scorsi ha dichiarato di non essere ancora al top della condizione ma di sentirsi comunque in crescita.

La tipologia del percorso odierno potrebbe favorirlo. Se sta bene Nibali potrebbe decidere di attaccare in discesa in questa tappa della Tirreno Adriatico, per poi provare a consolidare il suo vantaggio sulla salita di Ospedaletto. Per lui questo è un banco di prova importantissimo anche in vista del prossimo Giro d’Italia su cui lo Squalo punta molto. Oggi avremo modo di conoscere meglio la sua condizione attuale.

Occhi puntati però anche su Fausto Masnada che fino ad oggi è apparso in ottima forma, su Giovanni Visconti, sul favorito Thomas e il grande Froome. Quest’ultimo ha però dichiarato in questi giorni di sentirsi in forte ritardo di condizione, tanto da comprendere la decisione della Ineos di non portarlo al Tour de France 2020.

Le prossime tappe del Tirreno Adriatico

L’impressione è che tra oggi e domani possa decidersi la Tirreno Adriatico 2020. Le salite più impegnative infatti sono previste in questi due giorni, mentre i restanti hanno degli strappi anche molto impegnativi ma con una lunghezza sempre abbastanza contenuta. Non resta quindi che mettersi comodi e gustarci questa fase particolarmente interessante della Corsa dei due Mari, pronti a fare il tifo per lo Squalo Nibali.

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all'Albo dell Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di calcio, sia dilettantistico che professionista. La sua più grande passione è però il ciclismo, di cui segue ogni evento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui