Il futuro economico del calcio, tra Diritti TV e sponsorizzazioni

Tempo di lettura: 2 Minuti
207
Il futuro economico del calcio

C’è l’eterna, indecifrabile questione dei diritti tv sul tavolo e all’ordine del giorno dell’assemblea della Lega Serie A. La deadline è quella del 30 giugno 2024, quando scadrà il contratto oggi in vigore. Ed entro quella data sono molte le cose che potranno cambiare.

Innanzitutto, potranno cambiare i protagonisti, perché accanto ai tradizionali Sky e Dazn si stanno facendo aventi nuove, grandi, realtà. Attenzione infatti ad Amazon, che per ora non ha mai fatto intendere di voler presentare un’offerta per l’intero pacchetto, ma ha sondato più volte il terreno per replicare il modello della Champions, con solo alcune partite di cartello. Altro nome forte è quello della Apple Tv, che avrebbe già avuto un contatto con Aurelio De Laurentiis, mentre nelle ultime settimane si è fatto strada prepotentemente il gruppo della Paramount +, che già trasmette il nostro calcio negli Stati Uniti. Oltre a loro, in pole position, c’è Dazn che invece di lasciare raddoppia: al Presidente di Lega Lorenzo Casini è infatti pervenuta la richiesta di estendere la durata del bando da 3 a 5 anni.

Insomma, qualcosa si muove nel mondo economico del calcio, che deve per forza guardarsi in torno per non correre il rischio di fallire, di avere sempre di più i conti in rosso. Ed ecco allora che arriva un nuovo grande alleato: il mondo del gambling.

Le partnership con il gioco legale

Lo dimostra l’esempio di Starcasino Sport, che è diventato media partner di diverse società di Serie A. L’ultima in ordine di tempo è stata la Roma, che ha costruito con il brand del gruppo Betsson una collaborazione basata su contenuti esclusivi, informazioni e aggiornamenti. “Siamo particolarmente felici di questa partnership – ha dichiarato Stefano Tino, Managing Director del brand – desideravamo lavorare con la AS Roma sia per la sua importanza che per quel legame unico tra la città e la squadra, identificando i tifosi come i veri protagonisti dell’esperienza calcistica, proprio come fa Starcasino Sport”.

Prima dei giallorossi c’era stato il Sassuolo a lavorare con il gruppo, con l’obiettivo di promuovere un calcio più sano e anche sostenibile, stessa iniziativa del Torino, che grazie a questa collaborazione offre esperienze uniche nel loro genere ai propri tifosi. È questa, insomma, la nuova frontiera del calcio. Un mondo che per sopravvivere deve continuamente cambiare pelle e cercare nuovi alleati. Che sia per i diritti tv o per l’informazione.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 57 = 62