BABUIN, BOLZA CORSE E LA PRIMA VITTORIA AD IMOLA

Il pilota di Azzano Decimo porta la squadra corse di Adria sul gradino più alto del podio in gara 2, firmando il primo successo assoluto nel TCR Italy contro i big della serie.

Tempo di lettura: 2 Minuti
360
IMOLA
IMOLA

Adria (RO), 06 Settembre 2022– Un sogno, quello di una piccola squadra corse nata ad Adria che lo scorso fine settimana, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, ha trasformato in una splendida realtà quanto di buono si era già intravisto lungo questa stagione tricolore.

L’arrivo di un cavallo di razza come Denis Babuin, il titolo conquistato tra le DSG nel 2021, l’acquisto dell’Audi RS3 LMS TCR ed ora, finalmente, la prima vittoria assoluta nel TCR Italy.

Il penultimo round della massima serie nazionale per le vetture turismo, tra le più combattute a livello europeo, vedeva il pilota di Azzano Decimo e la compagine di Adria lavorare a testa bassa nelle due sessioni di libere del Venerdì, rallentati dai temuti cordoli del tracciato.

Nelle prime libere abbiamo avuto un problema ad un perno della sospensione posteriore” – racconta Silvano Bolzoni (team principal Bolza Corse) – “perchè i cordoli di Imola sono particolari, alti e vanno aggrediti per fare il tempo. Così facendo si sollecita la meccanica e può capitare di avere qualche cedimento. Nella seconda di libere abbiamo provato delle nuove soluzioni sulla vettura ed è per questo che siamo rimasti indietro, a livello di tempi sul giro.”

Scattato dalla settima casella in griglia, al termine di una qualifica molto tirata con i primi undici in meno di otto decimi, Babuin veniva centrato alla Tosa dall’estone Vahtel, quest’ultimo impegnato in un sorpasso a dir poco impossibile, che lo costringeva al ritiro anticipato.

Invertita la griglia in gara 2 l’azzanese prendeva il semaforo verde dalla piazzola numero due, mettendo pressione al leader provvisorio fino alle battute finali per poi rompere gli indugi, a due giri dal termine, infilarlo con precisione chirurgica ed involarsi verso il primo trionfo stagionale.

Già dalle qualifiche abbiamo visto di essere competitivi” – racconta Babuin – “e senza il regalo di Vahtel avremmo anche potuto chiudere gara 1 con una bella rimonta. In gara 2, favoriti certamente dall’inversione della griglia, siamo partiti secondi ed abbiamo cercato di stare a ridosso del primo, studiando la porta dalla quale entrare. A pochi giri dalla fine ci siamo riusciti ed arrivare primi è stata una soddisfazione incredibile. Una gioia immensa per me, per tutto il team, per i nostri partners e per tutti quelli che hanno sempre creduto nel nostro potenziale.”

Fine settimana incredibile ad Imola”– gli fa eco Paola Bolzoni (presidente Bolza Corse) – “perchè il nostro sogno è diventato realtà. Siamo arrivati in punta di piedi nel TCR Italy, di fronte a team che affrontano campionati a livello europeo e mondiale. Siamo una squadra piccola ma che lavora con passione e duramente. La nostra crescita è sotto gli occhi di tutti.”

Con questo risultato Babuin balza sul terzo gradino del podio assoluto in campionato, ritardo di ottanta lunghezze dal secondo ed un margine di ventiquattro sul quarto, in vista di un ultimo appuntamento di Vallelunga che potrebbe chiudere una stagione a dir poco indimenticabile.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 3 + = 10