Armi atomiche Ucraina, siamo tutti a rischio?

Armi atomiche in Ucraina, la giornalista di Russia Today avverte l’Occidente: “O vinciamo o andrà male per l’umanità, non c’è una terza opzione”

Tempo di lettura: 2 Minuti
281
Armi atomiche Ucraina, siamo tutti a rischio?

Armi atomiche in Ucraina, la giornalista di Russia Today fa suonare il campanello d’allarme dell’Occidente avvertendolo in questo modo: “O vinciamo o andrà male per l’umanità, non esiste una terza opzione”. È, ormai, evidente il fatto che nei talk show russi si ritorni a parlare dell’utilizzo delle armi atomiche, palesando una condizione dalla quale non si può ovviare: la vittoria russa. Ma, per capirne di più, è necessario conoscere nel dettaglio quanto dichiarato dalla direttrice, Margarita Simonyan, in un video tratto dal Canale 1 della tv russa.

Armi atomiche in Ucraina, la giornalista di Russia Today: “O vinciamo o andrà male per l’umanità, non esiste una terza opzione”

Una visione dell’operazione speciale a senso unico? Non è proprio corretto affermare ciò, in quanto le condizioni dettate al principio dello “scoppio del conflitto” (se è consono chiamarlo in questo modo), erano risapute in tutto il mondo.

Quello che asserisce la direttrice di Russia Today, Margarita Simonyan, in un video del Canale 1 della tv russa, pare essere una semplice constatazione dei fatti che fa scattare il campanello d’allarme in Occidente.

La stessa ha evidenziato come lo stesso Occidente stia, invece, ponendo l’attenzione sul fatto che la Russia perderà. Affermazioni errate che potrebbero comportare seri problemi per tutta l’umanità. Il motivo? Semplice, parliamo di una potenza mondiale che potrebbe annientare la popolazione mondiale in pochissimo tempo nel momento in cui (solo e soltanto) qualche paese Nato o gli accordi non venissero rispettati.

Inoltre, già sappiamo come si sono evoluti i fatti e che tipi di interventi e supporti ci sono stati e, sebbene siano stati pretesi e non erano assolutamente dovuti, in gran parte sono stati persino tollerati.

Il punto cruciale sul quale è doveroso porre l’attenzione è, sicuramente, rappresentato dalle parole della giornalista che evidenzia il fatto che la Russia non sta bombardando l’Ucraina. Ma non solo, anche l’uso delle armi nucleari non rappresenta un qualcosa di pratico, in quanto creerebbe troppe vittime e danni collaterali.

Infine, la stessa direttrice ha concluso dicendo che quei territori non devono essere distrutti, ma utilizzabili e che non hanno intenzione di uccidere tutti gli abitanti, ma solo alcuni. Per tale motivo, appare indispensabile fare una selezione per “ordinarli”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 68 = 69