VAR ed errore tecnico: ripetizione della partita?

Cosa succede in caso di errore tecnico innescato dalla VAR?

261
VAR errore tecnico
VAR errore tecnico
Tempo di lettura: 2 Minuti

Dopo Milan-Spezia un nuovo errore tecnico dopo una errata valutazione della VAR.

Durante Spezia-Lazio, infatti, il calciatore della Lazio Acerbi ha segnato il goal vittoria in evidente fuorigioco non visto da nessun membro della squadra arbitrale, VAR compreso.

VAR ed errore tecnico: quando si ripete una partita.

Ma cosa dice in merito il regolamento. Quando si può ripetere una partita?

Secondo il regolamento è possibile ripetere la partita per errore tecnico dell’arbitro:

quando vi sia un’ammissione dell’errore da parte di questi nel referto o nel c.d. supplemento di rapporto.

in caso di un evidente errore tecnico nello svolgimento regolare della partita (ad es. la mancata espulsione di un calciatore ammonito due volte).

Non sempre l’errore tecnico dell’arbitro ammesso porta alla ripetizione dell’incontro in quanto l’organo giudicante dovrà valutarne l’effettiva influenza sul regolare svolgimento della gara.

A ciò si aggiunga che il giudizio dell’arbitro in merito ad episodi di gara è insindacabile sotto ogni profilo.

Inoltre l’errore tecnico è ravvisabile solo in evidenti anomalie nell’applicazione del regolamento e in situazioni (limitate) dove il danno procurato possa avere influito sull’esito della gara.

A ciò si aggiunga che La ripetizione della partita può essere richiesta solo ed esclusivamente mediante ricorso dalla società svantaggiata dall’errore tecnico.

VAR ed errore tecnico: Spezia-Lazio sarà ripetuta?

La partita, malgrado un tale e grossolano errore che ha portato alla sospensione fino al termine del campionato di arbitro e VAR, non sarà ripetuta.

Infatti, esiste una sorta di regola-paracadute dove è espressamente dichiarato come un errore anche commesso davanti al monitor non porti alla ripetizione della partita.

Non è dunque previsto l’annullamento della gara (e, pertanto, ripetizione) nel caso di decisione errata da parte del VAR (dato che il VAR è ufficiale di gara).

Il regolamento parla chiaro. A pagine 7 del protocollo VAR, in tema di Validità della gara, si afferma che “In linea di principio, una gara non è invalidata a causa di malfunzionamento della tecnologia VAR così come per la tecnologia sulla linea di porta (GLT); decisioni sbagliate che riguardano il VAR (dato che il VAR è un ufficiale di gara); decisione/i di non rivedere un episodio; riesame/i di una situazione / decisione non revisionabile“.

La partita, dunque, non sarà ripetuta.



Avvocato, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma (anno 2011) con specializzazione in Diritto dello Sport. Sempre presso la Luiss Guido Carli ho frequentato (2009) il “Corso di perfezionamento sull’ordinamento giuridico del giuoco calcio”. Nel 2016 ho conseguito il master in “Avvocato d’Affari” presso la 24 Ore Business School e nel 2018 ho frequentato presso la Pontificia Università Lateranense il corso di alta formazione in “Etica della politica nell’epoca post moderna”. Avvocato dall’anno 2017, ho maturato esperienza presso primari studi legali in Roma nell’ambito del Diritto Amministrativo e dello Sport, svolgendo in particolare attività giudiziale, stragiudiziale e di consulenza nei settori di attività assistendo importanti società sportive e tesserati. Inoltre ho maturato esperienza presso importanti società private dove ho svolto l’attività di consulente nell’ambito del Diritto Civile con un particolare riguardo alla Contrattualistica ed al Diritto Sportivo. Offro consulenza ed assistenza legale nell’ambito del diritto sportivo, civile, amministrativo, pubblico impiego, immigrazione, cittadinanza e contrattualistica. Per info: mail: andrea.paolucci85@gmail.com tel.: 3284426553

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

10 + = 17