BIS A PODIO, AL MAREMMA, PER COLLECCHIO CORSE

Razzini è terzo di IRC Challenge e quinto assoluto, su Skoda Fabia Rally 2 Evo, mentre il compagno di colori, su una Peugeot 106, firma la seconda piazza in classe N2.

112
BIS
BIS
Tempo di lettura: 3 Minuti

Felino (PR), 30 Marzo 2022– L’International Rally Cup parte con la marcia giusta per Collecchio Corse (bis a podio) ed al termine del primo appuntamento della serie, il Trofeo Maremma corso nel recente fine settimana, i motivi per guardare al futuro con sano ottimismo sono molteplici.

Punti importanti, quelli raccolti in un contesto rivelatosi sfavorevole, per Marcello Razzini, congedatosi al termine della due giorni a Follonica con un buon terzo gradino del podio tra gli iscritti all’IRC Challenge e con il quinto assoluto, in gruppo RC2N ed in classe R5 – Rally 2.

Una partenza significativa, quella del pilota di Parma, a bordo della Skoda Fabia Rally 2 Evo di MS Munaretto, condivisa con il ritrovato Gianmaria Marcomini sul sedile di destra.

BIS A PODIO PER COLLECCHIO: LE DICHIARAZIONI

Sulla prima di Sabato siamo andati molto bene”– racconta Razzini – “ma in quella successiva, in notturna, abbiamo faticato leggermente di più. Nonostante questo alla Domenica mattina eravamo passati al comando di IRC Challenge, sulla terza speciale, ed eravamo a pochi secondi dal podio assoluto. Da quel momento abbiamo iniziato a trovarci un po’ in difficoltà con i continui cambi di fondo e di meteo. Non riuscivamo a trovare il giusto ritmo ed il feeling. In certe speciali eravamo tra i cinque assoluti ed in altre lontani. Una volta che avevamo capito che la situazione di classifica non sarebbe cambiata abbiamo deciso di tirare i remi in barca e di gestire il tutto. Il Maremma si è rivelata essere una delle gare più impegnative che abbia mai affrontato, specialmente a causa del meteo e del fondo. Quel che conta è che abbiamo raccolto punti importanti per il campionato in quella che, a primo impatto, sembrerebbe essere la gara a noi più sfavorevole. Ora arriva il Taro, la nostra gara di casa, e daremo battaglia.”

Buona partenza, pur con qualche intoppo lungo il cammino, anche per Fabio Oppici, in gara con un’eterna Peugeot 106 Rallye di gruppo N, condivisa con l’immancabile Davide Pisati.

Il detentore del titolo tra le millesei del produzione in Coppa Rally ACI Sport, di quinta zona, confermava il proprio potenziale, lottando nelle prime battute per il successo in classe, prima di essere penalizzato da alcune scelte errate di gomme che, alla fine, sono costate molto care.

Il secondo posto centrato in classe N2, sesto nell’IRC Trofeo Sport, diventa il punto di partenza per rilanciare le proprie ambizioni in vista dell’arrivo, a fine Maggio, della gara di casa.

BIS A PODIO PER COLLECCHIO: LE ALTRE DICHIARAZIONI

Un Maremma molto difficile”– racconta Oppici – “perchè il fondo era già scivoloso da asciutto e con l’acqua è diventato sapone. Dopo sette, otto curve con tanto grip ti ritrovavi a percorrerne una sul ghiaccio. Incredibile. Anche il passaggio dalle Michelin alle Pirelli non ci aveva creato particolari problemi, avendole provate abbastanza bene nello shakedown. Siamo soddisfatti del risultato anche se avremmo preferito la vittoria. Tra incidenti, tempi imposti e prove partite in ritardo è andata bene così. Siamo partiti bene, eravamo in lotta con il primo, ma poi abbiamo sbagliato la scelta di gomme, sia nel secondo che nel terzo giro. A quel punto, visto il distacco, abbiamo gestito. Per essere la prima di campionato va comunque bene così. Ora arriverà il Taro ed assieme ai nostri partners, a Collecchio Corse ed al mio naviga daremo il massimo.”



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 24 = 25