Botman Milan: ecco chi è il calciatore vicinissimo ai rossoneri

Classe 2000 è uno dei difensori più forti in circolazione. Scopriamo insieme di chi si tratta.

375
Botman-Milan
Tempo di lettura: 3 Minuti

Botman Milan. Il calciomercato non dorme mai. Così mentre il Milan si sta giocando la vittoria dello scudetto e della coppa Italia, i dirigenti sono già a lavoro in vista della prossima stagione. Obiettivo numero 1 è trovare un difensore forte capace di svecchiare la retroguardia rossonera. Il nome sul taccuino è sempre lo stesso: Sven Botman, difensore del Lille.

Nelle ultime ore a quanto pare sta avvenendo l’assalto decisivo al 22enne olandese. Maldini e Massara hanno trovato una base d’accordo con il calciatore per un contratto di 5 anni a 3 milioni netti a stagione più bonus. Senza dimenticare che, grazie al Decreto Crescita, l’ingaggio peserà sulle casse del club rossonero solo 5 milioni lordi.

Botman Milan: parti vicinissime

Ora resta da trattare con il Lille e anche qui c’è grande ottimismo sul fatto che si possa arrivare in tempi brevi alla chiusura dell’affare. L’obiettivo è chiudere l’operazione sulla base di 30 milioni più bonus. La strada verso il traguardo finale è ormai in discesa.

Anche in virtù della forte volontà di Botman che nei giorni scorsi ha detto ‘no’ a una nuova offensiva del Newcastle. Sven vuole il Milan, ne ha già parlato con il suo ex compagno e amico Maignan. Salvo imprevisti, sarà presto accontentato. E allora andiamo alla scoperta di Botman, scopriamo la sua carriera e come gioca.

Chi è Botman, obiettivo del Milan

Difensore classe 2000 di proprietà del Lille, Botman è tra i punti fermi della squadra francese che nella scorsa stagione, con Galtier in panchina, è riuscita a strappare il titolo nazionale al Paris Saint-Germain.

Centrale puro di piede mancino che, nonostante la giovane età, ha acquisito già un’importante esperienza tra Eredivisie, Ligue 1 e coppe europee. Con il suo metro e 93 ha come dote principale la forza fisica, cui abbina delle buone qualità tecniche che lo rendono un difensore moderno, capace di impostare il gioco da dietro e di arrivare anche alla conclusione con pericolosità. Soffre leggermente nella rapidità ma, nonostante la stazza, è anche abbastanza veloce sul lungo e abile nell’anticipo.

Cresciuto nelle giovanili dell‘Ajax dove già in tenera età grazie alla sua stazza fisica nettamente più sviluppata rispetto ai compagni faceva la differenza. La sua carriera è iniziata come centravanti e chi lo guardava restava estasiato dalla sua scelta di tempo nell’anticipare i difensori avversari.

Così uno dei suoi allenatori dell’epoca ebbe l’intuizione di arretrarlo schierandolo centrale di difesa proprio per sfruttare dall’altro lato questo suo strapotere fisico.

Nonostante l’importante crescita, l’Ajax non ha mai puntato veramente su di lui. Botman ha fatto tutta la trafila delle giovanili del club olandese, fino alla seconda squadra, per poi essere mandato in prestito all’Heerenveen. Nonostante le sue performance interessanti, il club olandese decise di monetizzare cedendolo al Lille per 8 milioni di euro.

A un anno e mezzo di distanza, il valore di Botman si è almeno triplicato. Al Lille, infatti, si è da subito imposto come un titolare della squadra capace di vincere lo scudetto davanti a PSG dei mostri sacri Mpabbè, Neymar, Messi.

Ora ben presto la sua nuova avventura in Italia potrà diventare realtà.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

80 + = 88