Juventus-Roma, rischia di essere la gara degli assenti

Tante incognite in vista della gara di Torino

780

Si avvicina la sfida tra Juventus e Roma che, almeno stavolta, più che la gara delle polemiche arbitrali rischia di essere quella degli assenti. L’evidente assurdità dei calendari, ormai intasati, potrebbe andarsi a riflettere sulle scelte dei due tecnici, Allegri e Mourinho, costringendoli a rimescolare le carte in maniera pesante. Il tutto sperando che almeno stavolta la scelta arbitrale si riveli all’altezza della situazione, in una gara che ormai dal 1981 viene associata al nome di Turone.

Le assenze in casa Juventus

La Juventus guarda con preoccupazione alla situazione dei suoi sudamericani. Danilo, Alex Sandro, Bentancur e Cuadrado erano infatti impegnati con le rispettive nazionali e rientreranno nel corso della notte. Se il primo è rimasto in panchina, Alex Sandro e Cuadrado hanno giocato l’intera gara, mentre Bentancur è stato sostituito dopo 71 minuti.
C’è poi il problema dei tanti infortunati, in particolare Dybala e Morata. Il primo potrebbe farcela ad andare in panchina, mentre il secondo è già fuori dalla contesa. A loro si va poi ad aggiungere McKennie, di cui dovranno essere valutate le condizioni. Mentre è già sicura l’assenza di Rabiot, positivo al Covid. Attacco e centrocampo, quindi, in alto mare.

Roma: Pellegrini ha recuperato

In casa Roma, occhi puntati su Pellegrini e Abraham. Se il centrocampista ha del tutto recuperato dopo l’influenza dei giorni passati, l’attaccante inglese sembra al momento destinato a non giocare. L’infortunio patito nel corso della gara contro l’Ungheria si è rivelato meno grave del previsto, ma sembra un rischio troppo grande presentarlo allo Stadium.
Da valutare anche in questo caso le condizioni di Vina. Il laterale ha giocato l’intera gara con l’Uruguay e anche lui rientrerà nella nottata. Ove non dovesse farcela è già pronto Calafiori.
Sicuramente assenti Smalling e Spinazzola. Il laterale sinistro, però, sta rapidamente recuperando dalla lesione al tendine d’Achille patita nella gara degli Europei con il Belgio e conta i giorni che lo separano dal suo ritorno in campo.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui