Haaland chiede 50 milioni di ingaggio

L’ultima follia di un un calcio ormai impazzito

845

Chiedono la Superlega per salvare il calcio, ovvero le squadre che vi dovrebbero partecipare, ma di questo passo non basterà neanche una lega contro le squadre degli altri pianeti.
L’ultima follia di un calcio ormai palesemente impazzito e in preda a deliri di grandezza è rappresentata dalle richieste di Erling Haaland. L’attaccante norvegese del Borussia Dortmund, infatti, chiede la modica cifra di 50 milioni di euro, naturalmente netti, di ingaggio a chi intenda assicurarsene le prestazioni. Cui naturalmente si andrebbero ad aggiungere le laute commissioni per Mino Raiola e la sua famiglia. Richieste che rischiano di essere accolte.

La Superlega non risolverà nulla

Le richieste di Haaland non avrebbero alcun senso in un calcio gestito alla stregua di una vera e propria industria. Purtroppo hanno cittadinanza in un ambito che con lo sport non ha praticamente più nulla a che vedere. E che sta letteralmente implodendo, come dimostrano i 245,6 milioni di euro di debito cumulati dall’Inter nel corso dell’ultima stagione. O i 1350 milioni messi in bella mostra dal Barcellona, tosato per bene da Lionel Messi prima di essere abbandonato al suo destino dall’ingrata Pulce argentina.
In una situazione di questo genere, i club che presentano conti ormai da fallimento si illudono di salvarsi con la Superlega. La quale non farà altro che aggravare il problema, visto che poi a spartirsi le eventuali risorse aggiuntive saranno giocatori e procuratori. Cui in effetti è stato permesso tutto.

Il tetto salariale è ormai obbligatorio

Ormai è obbligatorio un intervento drastico. E i modelli da adottare ci sono, a partire dal tetto salariale. Che può anche essere di squadra, come accade nel caso della NBA. La lega professionistica del basket a stelle e strisce si regge su una serie di regole ben precise, ma anche su una logica economica differente, nella quale il rosso non esiste. Trattandosi in realtà di una pazzia che riguarda solo il calcio, in particolare quello europeo.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui