Barcellona, il dopo Messi si prospetta complicato

Il Bayern Monaco passeggia sul campo dei catalani

265

Il dopo Messi si prospetta abbastanza complicato per il Barcellona. A dimostrarlo è la gara disputata ieri in Champions League contro il Bayern Monaco, terminato con un 3-0 che non ammette repliche, naturalmente a favore dei campioni di Germania. I quali hanno dominato da un capo all’altro il match, prendendo letteralmente a pallonate i catalani. Un match praticamente a senso unico, destinato a incidere non poco sulla stagione del Barcellona.

Barcellona largamente sotto le attese

Se era abbastanza intuibile che il nuovo Barcellona non potesse essere all’altezza di quello del decennio passato, era però difficile immaginarne uno così dimesso. Koeman sta cercando di passare dal tiki taka ad un gioco più dinamico e rapido, ma gli attuali interpreti sono lontani anni luce da quelli dell’immediato passato.
Naturalmente la partenza di Messi ha lasciato un vuoto incolmabile, come era del resto logico, considerata la levatura inarrivabile della Pulce. I problemi maggiori, però, sono arrivati in mezzo al campo, ove i tedeschi hanno fatto letteralmente terra bruciata. Solo nei primi minuti i padroni di casa sono riusciti a dare un’idea di gioco, che però è ben presto evaporata di fronte ai cingoli dei bavaresi. Dopo un quarto d’ora, infatti, il Bayern ha alzato il ritmo e da quel momento è stata notte fonda per il Barcellona.

Zero tiri in porta!

Per capire meglio la differenza tra le due squadre basta ricordare un semplice dato, ovvero lo zero nella casella dei tiri in porta dei padroni di casa. Depay e Luuk de Jong non hanno praticamente mai ricevuto un pallone giocabile e per Neuer si è presentato il solo problema di non addormentarsi nel corso del match.
Un dato assolutamente imbarazzante per una squadra che comunque paga centinaia di milioni di euro di stipendi annuali. Se il tiki taka per ovvi motivi non abita più a Barcellona, sarà comunque necessario trovare un sistema di gioco che, al momento, non esiste.

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui