Calciomercato Cagliari. Godin è ogni giorno un passo più lontano

Le difficoltà economiche dei sardi e le offerte per l’uruguaiano potrebbero aprire la strada al divorzio

333

Calciomercato Cagliari. Godin è ogni giorno un passo più lontano dalla permanenza in Sardegna. Diego Godin parla a tutto campo, del proprio futuro e di quello di Nahitan Nandez, corteggiato dall’Inter. Il difensore del Cagliari è intervenuto al programma ‘2 de punta‘ nella piattaforma uruguaiana Otra Cabeza e ha spiegato: “Ho un altro anno di contratto più uno ulteriore sul quale decido io. La prossima settimana torno in Sardegna per il precampionato, tornerò con Nahitan. Il presidente ha detto che vivono una grande difficoltà economica e che tutti i giocatori per i quali arrivano offerte sono sul mercato. Hanno ricevuto un’offerta dalla Russia due-tre settimane fa, un’altra dalla Turchia, ma a me non ha chiamato nessuno, non ho ricevuto proposte direttamente, ho la testa nel Cagliari e questa è la verità dei fatti”.

Calciomercato Cagliari. La cassa piange. Il Cagliari apre alla cessione del Faraone, vicino al Besiktas

Il Besiktas guarda con attenzione il reparto dei difensori del Cagliari. Radar puntati non soltanto su Lykogiannis ma, come riporta La Nuova Sardegna, anche su Diego Godin. Se il capitano della Celeste sembra voler portare avanti la sua lotta per restare in rossoblù, la dirigenza rossoblù, da parte sua, continua a scuotere la testa, sottolineando di non potersi permettere un ingaggio così oneroso.

Questa potrebbe essere la settimana decisiva per il futuro del Faraone. Il Cagliari attende e spera che l’interesse del club turco possa trasformarsi in un’offerta concreta.

La carriera di Godin 

Calciomercato Cagliari. I fatti

Dal “Bienvenido Godin” con presentazione in pompa magna (per quel che si poteva) del 24 settembre al “Godin, togli il disturbo” di questi giorni. L’idillio tra il Cagliari e il campione uruguaiano, ex stella dell’Atletico Madrid e capitano e bandiera della Celeste, è già finito. Motivo? Il Cagliari ha dichiarato che non può permettersi di pagare il suo stipendio, altissimo.

43 anni, lo sport è stata la mia palestra di vita nel giornalismo, dove da oltre 20 anni metto in campo tutta la mia passione e le mie competenze. Emozione, adrenalina, nel raccontare ciò che succede nel mondo del calcio e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui