Lamborghini Sian, il primo ibrido della casa bolognese

Un bolide ibrido che potrebbe rappresentare un futuro nel quale i V12 aspirati trovano ancora spazio

620
Lamborghini Sian
Lamborghini Sian

Lamborghini Sian: un’edizione limitata a prezzo esorbitante

Quando si pensa a una Lamborghini, si pensa a delle auto che sono inaccessibili economicamente per la stragrande maggioranza della popolazione. Sono dei mezzi che a tutti gli effetti sono da considerare esclusivi e rappresentano uno status symbol. Con la Sian (così come per altri modelli), Lamborghini estremizza questo concetto. Come prima  cosa, si tratta del primo ibrido di sempre marchiato Lamborghini. Ma soprattutto verranno prodotti infatti solo 63 esemplari, di cui il prezzo si aggira attorno ai €3 milioni. Oltre a questi, la casa di Sant’Agata Bolognese metterà disponibili anche 19 modelli roadster. Le 63+19 auto sono un omaggio all’anno 1963, quando Ferruccio Lamborghini fondò il famoso marchio a cui diede il suo nome.

Caratteristiche

Il nome di questo gioiello, ovvero Sian, in dialetto bolognese significa lampo, fulmine. Questo è sapientemente voluto per ricordare la presenza di un motore elettrico di 34 CV, che supporterà il V12 da 785 CV, il più potente di sempre costruito da Lamborghini. Complessivamente, quindi, questa supercar dispone di 819 CV.

Il motore ha 720 Nm di coppia a 6.750 giri/min, mentre la potenza massima arriva a 8.500 giri/min. Come prestazioni, infine, parliamo di un tempo nello 0-100 km/h inferiore ai 2,8 secondi e di oltre 350 km/h di velocità massima. 

Al motore ibrido della Siàn è affiancato il cambio automatico ISR a 7 rapporti con taratura di cambiata adattiva a seconda della modalità di guida. La nuova supercar dispone inoltre del sistema di trazione integrale a controllo elettronico con differenziale autobloccante meccanico posteriore.

Il peso di tutto il sistema ibrido alimentato a 48 V è di 34 kg, quindi parliamo di 1 kg per ogni CV in più che viene aggiunto al motore a benzina. Il cuore del modulo di elettrificazione, invece, è un “supercondensatore” (o supercapacitor, in inglese): rispetto ad una batteria agli ioni di litio di pari potenza è 3 volte più leggero ed è più veloce ad accumulare e rilasciare energia. Il risultato è che dopo ogni frenata intensa, prima di entrare in curva, il sistema si ricarica completamente di energiache viene restituita quando si ritorna sul pedale dell’acceleratore, per uscire dalla curva.

Dimensioni e consumi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui