Giornata della Memoria 2021: “Se questo è amore”, la storia di un amore impossibile ad Auschwitz

La storia d’amore tra un ufficiale nazista e una prigioniera, arriva il 27 gennaio il documentario.

762
il giorno della memoria 2021

Giornata della Memoria 2021. “Se questo è amore”, un fil che celebra l’amore tra una prigioniera e il suo carceriere nazista. A partire dal 27 gennaio sarà disponibile in Tvod un documentario molto interessante distribuito da Wanted Cinema. La regista è l’israeliana Marya Sarfaty, la quale ha messo in risalto quest’amore clandestino.

Giornata della Memoria 2021, “Se questo è amore” in arrivo il documentario

Se questo è amore, è un documentario che racconta una storia d’amore fantastica tra una prigioniera slovacca ed il suo carceriere nazista. “Si prudente Helena, ti ho amato molto – e la guardò nel profondo dei suoi occhi -. Un’ultima volta voglio ricordare questi momenti… Ce la farai…”. E lei in un sussurro: “Ti prego, Franz non dimenticarmi”. Queste le parole pronunciate dai due amanti, Franz Wunsch ufficiale nazista e Helena Zitron, deportata ad Auschwitz, che suonerebbero come un addio.

L’amore tra Franz ed Helena, l’ufficiale nazista e la deportata ad Auschwitz

E’ stato il 27 gennaio 1945 che i soldati sovietici dell’Armata Rossa superarono il cancello del campo di sterminio di Auschwitz. Quel giorno finì ufficialmente il grande omicidio di massa della storia. Franz veniva arrestato mentre Helena stava per essere liberata. “Se il mondo dovesse capovolgersi, mi aiuterai come io ho aiutato te?”. Una grande promessa d’amore, l’ultima. Franz aveva procurato alla sua amata dei vestiti puliti e delle scarpe nuove, mentre tutte le altre prigioniere erano ancora vestite con stracci. Si era presa cura di lei durante la prigionia, anche quando Helena si era ammalata di tifo e aveva avuto la febbre a 40. In realtà la regista sembra che in questo documentario abbia lasciato trapelare una legittima ambiguità nella ricostruzione di questo amore clandestino. “Ma si può chiamare amore se crepi di fame e ti danno un pezzo di mela? Verso gli altri uomini invece Franz era un vero sadico come fosse un’altra persona”. Queste le parole pronunciate dalle ex deportate che la regista ha intervistato.

La testimonianza di Helena

Di questo amore però, è rimasto un ricordo tangibile. Cosa? Una medaglietta che si apre e dentro c’è una foto sorridente di Helena. Nel documentario figura anche la testimonianza della figlia di Franz, che tra le mani tiene proprio la medaglietta. Franz non ha mai smesso di amare Helena e la prova è il fatto che dopo tanti anni è stata ritrovata una lettera nella cui busta pare ci fosse il timbro sbiadito e rimandato al mittente. “Amore mio ti scrivo queste poche righe anche se non so dove tu sia. Se avessimo vinto noi la guerra…Solo il tuo pensiero mi solleva dall’idea di ammazzarmi…Sinceramente tuo Franz”. Queste le parole scritte dall’uomo. “Mi amava da impazzire, ho salvato tante vite grazie a lui. Ma sono stata anche molestata, insultata, picchiata dalle altre prigioniere… Lui mi chiedeva cosa mi succedesse, io non rispondevo altrimenti sapevo che quella persona sarebbe stata uccisa”, ricorda Helena nel documentario Se questo è amore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui