Lotteria scontrini App, cosa c’è da sapere e quali utilizzare

Facciamo chiarezza sulle App utili per non incorrere in truffe o furto di dati sensibili

911
lotteria degli scontrini app

La lotteria scontrini App è uno degli argomenti più trattati in questo momento. Come di consueto sono nate delle applicazioni, in grado di agevolare il nostro compito. Ad esempio, sul Play Store di Android e sull’App Store di iOS, sono state inventate alcune applicazioni relative alla lotteria degli scontrini. Sono sorte poi delle domande, per comprenderne meglio l’utilità e l’utilizzo. Quali sono e a cosa servono? Sono sicure e affidabili? Facciamo chiarezza, per evitare furto di dati sensibili e non funzionamento delle applicazioni.

Lotteria scontrini App: quali utilizzare

A partire dal 1° gennaio 2021 è partita la ormai famosa lotteria degli scontrini. Essa consiste in una serie di estrazioni, con cadenza settimanale, mensile o annuale, che consente di vincere diversi premi, fino ad un massimo di 5 milioni di euro. Ciò avviene sfruttando i pagamenti digitali. Questo incentivo del Governo è utile, ed è stato pensato, per cercare di contrastare l’uso smoderato del contate e la tristemente famosa evasione fiscal. In questa maniera infatti si prediligono i metodi di pagamento elettronici e tracciabili. Una delle condizioni essenziali per poter partecipare è quella di richiedere sul sito ufficiale il «Codice Lotteria», ma sia sull’App Store che sul Play Store sono comparse delle applicazioni che aiuterebbero a gestire la partecipazione degli utenti.

A cosa servono le App

In particolare, alcune di esse permettono di accedere al sito della Lotteria degli Scontrini per chiedere il codice, mentre altre permetterebbero di generare, direttamente sull’app alcuni codici, da inserire nel proprio portafoglio, in modo tale da poterli poi mostrare agli esercenti all’atto dell’acquisto. Inoltre ci sono anche delle App, in grado di installare widget sulla home dello smartphone per visualizzare il Codice Lotteria.

La privacy è in pericolo?

Una volta chiarità l’utilità o meno di tali applicazioni, un’altra domanda importante da fare prima di scaricarle è legata alla sicurezza: la privacy è al sicuro? Prima di acconsentire al trattamento dei dati, in fase di download, è sempre bene verificare cosa stiamo cedendo ai proprietari delle applicazioni. Alcune applicazioni richiedono di accedere alla rete e di accedere alla memoria dello smartphone. Assolutamente ingiustificabili sono, invece, le richieste di accesso alle foto o ai video o addirittura la possibilità di scattare foto e video tramite la nostra fotocamera, evitate di dare il consenso a queste operazioni.

Marco Tavolacci nato a Cagliari il 12.08.1975 Appassionato di calcio, scrivo da anni per alcuni siti e testate giornalistiche. Amo lo sport, il mare e la musica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui