Lamborghini Urus 2020, il lusso fatto suv

Un suv coupè da due porte

0
1298

Lamborghini Urus 2020 dimostra cosa vuol dire avere classe ed essere avventurosi al tempo stesso. Unire due aggettivi così diversi in una frase appare rischioso, certo, ma bisogna tenere presente che non stiamo parlando di un’auto qualunque ma di una Lamborghini. Non a caso, il suo creatore era un costruttore di trattori lanciato nekl mondo delle corse per scommessa. Il marchio dei trattori ancora ai nostri giorni uno dei migliori del settore ed inoltre il settore automobilistico non ha certo bisogno di spiegazioni.

Urus tiene a mente le sue orgini e va incontro ad entrambe le parti dello stesso marchio nel suo modello da coupè, quasi fosse un importante anello di connessione. Eccoci di fronte ad una vera e propria fuoristrada dalla pelle dura, ma sportiva,di classe e- come ogni Lamborghini che si rispetti- da sogno.

Lamborghini Urus 2020: impura coupè

Ci troviamo di fronte ad un classico italiano ma che non esita ad accogliere nella sua linea di sangue la discendenza di altre case automobilistiche di lusso. Lamborghini, infatti, si appoggia alle solide spalle della tedesca Audi, con la quale crea un efficace sodalizio che la aiuta nella sua trasformazione verso il futuro.

Si può contare infatti, anche su una versione coupè che andrebbe a rinunciare alle porte in onore della spotività. Quella che ammireremo sarà un’auto assolutamente inedita, una coupè da due porte, e fin qui nulla di strano, ma in una versione suv.

Caratteristiche tecniche

Una delle innovazioni condotte dall’unione fra Lamborghini e Audi è la super tecnologica, nonchè apprezzatissima, piattaforma MLB EVO. Si tratta di un’eredità non solo della Q8 ma anche installata su Cayenne e Bentayga.

La carrozzeria si fa più sportiva, diventando più bassa e la linea diventa più coupè come già detto diminuendo il numero delle porte a due soltanto. Il bagagliaio rimane capiente, ma si rimpicciolisce. Si passa dai 616 litri di capienza della versione 2019 a poco più di 500.

Il motore, invece, è quello di sempre. Non si sanno ancora molti dettagli ma si sa l’accelerazione, da 0 a 100 in appena 3,5 secondi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui