Ferrari 2020: Crash test superato al primo tentativo

Il team italiano è il secondo a farlo, dopo la Racing Point

0
431

Ferrari 2020, si parte con il piede giusto. La Scuderia ha infatti superato l’annuale Crash test al primo tentativo. Sembrerebbe di essere di fronte al cambiamento, quello che tutti i Ferraristi – potremmo anche azzardarci a dire tutti gli italiani (o quasi), poichè i due aggettivi sono ormai quasi sinonimi, stanno aspettando da tempo. Lo scorso decennio si è infatti chiuso con l’ennesimo titolo vinto dalla Mercedes. La scuderia tedesca con sede a Brackley ha infatti dominato con merito nelle ultime sei stagioni, e sembra destinata a continuare a farlo. Il primo barlume di speranza per la Rossa è una monoposto competitiva, ovviamente, ma che riesca a mantenere la potenza che il motore italiano è stato capace di sprigionare nei rettilinei già nell’arco del 2019 senza perderlo in curva. Questo, inoltre, è da abbinare a due piloti che siano gestiti bene e che non si facciano la guerra e a strategie corrette e ben studiate, che non si perdano in interminabili pit-stop.

Ferrari 2020: Crash test superato

Una delle più grandi incognite della stagione di Formula 1 è composta dal crash test. Ferrari quest’anno l’ha superato al primo colpo. Questo permetterà al team di risparmiare tempo e mettersi al lavoro sulla vettura da subito ma soprattutto è un ottimo termine di paragone. Vuol dire che si sta lavorando bene.

La scuderia del Cavallino Rampante ha superato il crash test da poco nel Centro CSI al “Certification and Testing” di Bollate, nel milanese. Il telaio della Rossa ha superato indenne le 15 prove previste dalla FIA, necessarie per l’omologazione della vettura.

Pronti per la pista

Come dicevamo, questo non è che il primo passo per essere pronti per iniziare la stagione, ma sicuramente è un passo importante. Infatti, nello stesso centro di Bollate, un’altra scuderia di F1 ha fallito il crash test: l’Alfa Romeo. A dimostrarsi idonea per prima è stata solo un’altra vettura, quella della Racing Point.

Ora a Maranello si può andare avanti con il progetto del 2020. La monoposto è attualmente conosciuta presso la Gestione Sportiva come il “progetto 671”. Il nome ufficiale sarà svelato a breve, l’11 Febbraio 2020, con la presentazione ufficiale della nuova sfidante della Mercedes.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui