Salah Abdeslam arrestato grazie ad un insolito ordine di pizza

0
969
salah abdeslam

E’ stato grazie ad un ordine di pizza insolito che la polizia è riuscita a scovare il nascondiglio segreto di Salah Abdeslam, dopo una caccia all’uomo estenuante durata circa quattro mesi.
Salah Abdeslam, secondo le ricostruzioni degli agenti, si è occupato della parte logistica che ha portato agli attacchi di Parigi del 13 novembre, che hanno causato 130 vittime.
La casa nascondiglio in cui è stato catturato Salah Abdeslam, era a pochi metri di distanza dalla casa in cui era cresciuto a Molenbeek, Bruxelles, zona che è stata oggetto di un maggiore controllo negli ultimi mesi, dopo che è stato scoperto che tre dei terroristi coinvolti negli attentati di Parigi, vi erano cresciuti.

La polizia era abbastanza certa che Abdeslam si trovasse sotto la protezione di Abid Aberkan, un amico del fratello Brahim Abdeslam, il quale si era fatto saltare in aria fuori dallo Stade de France. Aberkan era stato posto sotto sorveglianza da parte delle polizia, dopo essere stato visto tra i partecipanti al funerale di Brahim Abdeslam.
Tuttavia si è limitata ad osservare i movimenti intorno all’abitazione per diverso tempo, aspettando il momento giusto per agire.

La conferma definitiva all’ipotesi della polizia è dovuta ad un ordine di pizza. La madre di Aberkan una sera ha ordinato sei pizze, ma la polizia sapeva che solo tre persone vivevano nella proprietà. L’evento ha spinto così le autorità belghe e francesi, che tenevano sotto controllo la casa da tempo, a fare irruzione senza perdere ulteriore tempo. Il colpo è andato a segno e gli agenti hanno potuto trovare il terrorista tanto ricercato.
Salah Abdeslam è stato catturato vivo – questo era l’obiettivo fondamentale delle operazioni – dopo essere stato colpito ad una gamba durante il raid, un altro uomo che era con lui è stato ferito, e cinque persone in totale sono state arrestate.

Facebook Comments

SHARE

COMMENTA